skip to Main Content

Slide

Servizi di consulenza e progettazione

Consulenza per richieste dichiarazione scia vvf

La presentazione della Dichiarazione SCIA antincendio è necessaria per cominciare un’attività ma in alcuni casi serve anche il parere dei Vigili del Fuoco

Un’emergenza dovuta ad incendio è spesso conseguente al verificarsi di eventi improvvisi, talvolta difficilmente prevedibili e tali da mettere in condizione di potenziale o reale pericolo una o più persone od uno o più beni. Lo scopo della valutazione è di definire i pericoli dovuti al rischio incendio per prevenirli e fronteggiarli, al fine di evitare e/o ridurre i danni a persone e/o impianti.

L’entrata in vigore della normativa legata al D.P.R. 151 del 2011 e s.m.i. è fatto obbligo ai responsabili di un’attività di verificare la classe di appartenenza del proprio esercizio.

L’attività svolta dai tecnici di Crotti, consiste nella verifica di adeguatezza alle vigenti norme in materia di prevenzione incendi, e nella presentazione al Comando dei Vigili del Fuoco competente, della documentazione necessaria all’ottenimento dell’Autorizzazione Antincendio (SCIA Antincendio).

Il lavoro viene svolto in alcune fasi ben distinte:

  • Sopralluogo del sito e verifica documentale, con raccolta dei dati e della documentazione del cliente (Si procederà alla verifica delle certificazioni ed allegati tecnici relativi a tutte le certificazioni prodotte dalle ditte installatrici e costruttrici (certificazioni di resistenza al fuoco delle strutture, porte e materiali di compartimentazione, certificazioni di corretta installazione dei materiali, certificazione di conformità degli impianti);
  • Redazione della Relazione Tecnica di prevenzione incendi;
  • Sviluppo degli elaborati grafici necessari all’espletamento della pratica;
  • Gestione dei rapporti con il Comando VVF e presentazione del Progetto sino alla sua approvazione.

In seguito, si procederà a redigere:

  • Perizia Asseverata a firma di Tecnico abilitato
  • Inoltro della richiesta della S.C.I.A. al Comando dei V.V.F.
  • Rapporti con il Comando VVF ed assistenza
  • Presenza del Tecnico al sopralluogo dei V.V.F.

In conformità a quanto previsto dal D.P.R. 151 del 2011 la documentazione tecnica progettuale allegata alla SCIA, si atterrà alle caratteristiche di sicurezza antincendio dell’attività e consentirà di accertare la loro rispondenza ai criteri generali di prevenzione incendi.
In seguito all’approvazione del progetto, ed all’esecuzione delle eventuali opere previste dal progetto stesso o prescritte dal Comando VVF, si procederà all’inoltro della richiesta di sopralluogo e della Dichiarazione di Inizio Attività (sostitutiva del Certificato Prevenzione Incendi C.P.I. fino al rilascio dello stesso).

Back To Top